Pride week in Copenhagen

Danimarca gay friendly

Foto: Thomas Høyrup Christensen - Copenhagen Media Center

Crediamo che essere gay non debba influenzare in alcun modo la scelta della propria meta per le vacanze. Ma se da qualche parte nel mondo esiste ancora questo tipo di pregiudizio... buon per noi, visto che la Danimarca è una delle nazioni più avanzate sulla questione dei diritti LGBTQ!

Il nostro impegno a difesa dei diritti

Non c’è bisogno di spiegarlo: siamo convinti che tutti debbano godere degli stessi diritti, a prescindere da chi amano. Eppure nel mondo esistono ancora molti posti in cui è necessario lottare per questo basilare diritto. Siamo orgogliosi che negli ultimi 80 anni la Danimarca sia stata uno dei paesi capofila nella lotta per i diritti della comunità LGBTQ.

La storia della comunità LGBTQ è un pezzo fondamentale della storia moderna del nostro paese. Fa profondamente parte della nostra cultura e del nostro pensiero progressista e inclusivo. Vieni a trovarci: ti accoglieremo a braccia aperte!

Perché visitare Copenaghen, città arcobaleno

Semplice: per lo stesso motivo per cui tutti devono farlo! Perché è una città a dir poco fantastica. Vedrai che dopo esserci stato sarai d’accordo con noi, e non saprai dire perché!

"Inizialmente è difficile trovare un quartiere LGBTQ a Copenaghen... finché non ti rendi conto che Copenaghen è il quartiere LGBTQ della Scandinavia." (British LGBT Awards)

Copenaghen è una città arcobaleno... in tutti i sensi. Le strade acciottolate del centro sono piene di coloratissimi edifici vecchi di secoli che sembrano vestiti a festa, pronti per un Pride! E a due passi (o a due pedalate, se decidi di muoverti come i veri danesi) si trovano negozi, strade e locali più originali che mai!  

Gli eventi da non perdere

Copenaghen ospita ogni giorno tantissimi eventi, mostre e appuntamenti per tutti. In diverse occasioni nel corso dell’anno, poi, si può vedere la città vestita nei colori dell’arcobaleno. Se vuoi programmare una visita nella capitale durante uno dei principali eventi organizzati dalla comunità LGBTQ non hai che da scegliere tra la Pride Week (a metà agosto), il MIX Copenhagen LGBTQ Film Festival (alla fine di ottobre), o il Winter Pride (nella prima settimana di febbraio).

Assolutamente da programmare un viaggio a Copenaghen ad agosto del 2021, quando la capitale ospiterà in contemporanea il World Pride e gli EuroGames.

Cosa vedere e fare

Per immergerti nella comunità LGBTQ di Copenaghen, non c’è niente di meglio di una visita guidata della città, una cena a casa o un giro dei pub in compagnia di esponenti della comunità che ti porteranno nei loro posti del cuore e ti racconteranno tutto della comunità gay locale.

Ciascuno può organizzare la sua visita a Copenaghen assecondando i propri interessi e selezionando le attrazioni preferite, l’offerta non manca! Non per nulla Lonely Planet ha insignito Copenaghen del titolo di città da visitare nel 2019! È vero, forse siamo un po’ di parte, ma la nostra eccellente offerta gastronomica, il design all'avanguardia, il nostro “caldo” inverno e lo stile di vita rilassato sono semplicemente... spettacolari!

Ristoranti e locali

La difficoltà a Copenaghen non è trovare un posto gay friendly, dal momento che tutti lo sono: la vera sfida è riuscire a scegliere il locale giusto nell’offerta sterminata del cuore pulsante della gastronomia scandinava! Lasciati guidare dall’istinto: sei più tipo da mercato di 'street food' o da ristorante stellato? O preferisci una via di mezzo, o ancora un mix tra tutto questo? A te la scelta!

La scena notturna di Copenaghen è eclettica come ogni aspetto di questa città. In particolare, l'area intorno a Studiestrædet è piena di bar e discoteche LGBTQ, tra cui i primissimi bar gay del mondo (Centralhjørnet, Cosy Bar, Kiss Kiss) e il locale lesbico Vela. Clicca qui per un elenco dei bar e dei club LGBTQ di Copenaghen.

Dove dormire

Non ci stanchiamo di ripeterlo: in una città all’avanguardia e di ampie vedute come Copenaghen, qualsiasi albergo può definirsi gay friendly, quindi la scelta è veramente ampia.

Tra i posti più noti ci sono per esempio il design Hotel SP34, che si trova nel Quartiere Latino, a pochi passi dalla maggior parte dei locali e club gay della città; il Manon Les Suites, ovvero l’angolo di Copenaghen dove si incontrano Bali e New York; o ancora l’Urban House Copenhagen, un ostello/albergo nel quartiere alla moda di Vesterbro che offre sistemazioni per tutte le tasche.

Fuori da Copenaghen

Anche se la scena più vivace e il grosso della comunità LGBTQ hanno sede nella capitale, lo spirito di accoglienza e l’attitudine gay friendly oltrepassano i confini cittadini e si ritrovano in tutto il paese. Quindi perché non partire da Copenaghen per esplorare altre zone della Danimarca? Esperienze uniche ed elettrizzanti garantite!

Durante le vostre esplorazioni, potete anche partecipare ai numerosi appuntamenti organizzati dalle locali comunità LGBTQ, come ad Aarhus, Fanø, Aalborg e Odense