Le Cucine Reali di Christiansborg aprono al pubblico

Le leggendarie Cucine Reali di Christiansborg sono state recentemente ristrutturate e riportate alla loro antica gloria. Il 18 marzo 2016 il pubblico potrà accedere in modo esclusivo al dietro-le-quinte per assistere alle preparazioni di un banchetto reale e ammirare una delle più ampie collezioni di stoviglie in rame d'Europa.
Giovedì, Febbraio 11, 2016

È il 1937. Le Cucine Reali sono in fermento: le pentole di rame sfrigolano sul fuoco e il profumo di cibo si diffonde nell'aria. Il risultato è un menu da favola che si compone di specialità in stile contemporaneo e raffinatezza francese: soupe ambassadeur, filetto di sogliola à la Nantua, filetto alla Bouquetière, pollo alla parigina, gelato reale e dessert.

In occasione del Giubileo d'Argento del suo regno, il 15 maggio 1937 il Re Cristiano X organizza una festa nella Sala Grande del Palazzo di Christiansborg, offrendo ai numerosi ospiti illustri una squisita esperienza culinaria.

Le pietanze della corte reale

Dopo intensi lavori di restauro, il 18 marzo i visitatori del palazzo potranno vivere un'intensa esperienza sensoriale, tra gli odori, i fumi e i vapori delle Cucine Reali.

"Vogliamo ricreare l'atmosfera delle Cucine Reali degli Anni '30 – il capocuoco che urla i suoi ordini, i cuochi che tengono in equilibrio 20 kg di pentole di rame, i pasticceri che posano eleganti corone di frutta candita sulle torte, lo sfilettare del pesce e i blocchi di ghiaccio che atterrano con un tonfo sulle tavole," dice Mirja Thaulow, responsabile per le comunicazioni culturali del Palazzo di Christiansborg.

Nelle Cucine Reali sono presenti gli utensili e gli arredi dell'epoca di Cristiano X. In particolare, i visitatori potranno seguire le preparazioni per la cena di gala per festeggiare i 25 anni di regno del sovrano, il più grande banchetto reale mai tenuto in 90 anni per ben 275 ospiti.

Una cornucopia di prelibatezze francesi

Gli storici hanno scavato a fondo agli archivi di corte dell'epoca di Cristiano X. Liste degli ospiti, assegnazione dei posti a tavola e menu permettono di ripercorrere la storia dei banchetti e delle cene del sovrano. Il menu è un vero e proprio tripudio della cucina gourmet francese, con zuppa di castagne, fagiano di monte arrosto e zuppa di tartaruga, la preferita del re.

Gli archivi rivelano anche una serie di misteriosi piatti di origine francese che spingono gli storici ad indagare nel celebre libro di cucina del guru gastronomico francese Escoffier dei primi del '900.

Share this page

Link utili: