Il Troll Portafortuna: Un fenomeno Danese

Il Troll Portafortuna ha conquistato il mondo negli anni 60 e 90 e probabilmente ne avrete uno o due conservati a casa vostra. Ma nonstante conosciate il Troll Portafortuna (o Bambola Troll), probabilmente non sapete da dove venga e quando sia stato creato. Con il nuovo film Trolls, che riporta il Troll Portafortuna sotto la luce dei riflettori, è tempo di risolvere il mistero che si cela dietro la bambola troll originale. Un mistero che ha inizio nel lontano nord della Danimarca...

Lo sapevate che il Troll Portafortuna ha quasi 90 anni?

Negli anni 30, nelle coste a nord del Limfjord nello Jutland del Nord, un povero intagliatore confezionò un regalo per la figlia, Lila, utilizzando il legno del posto. Thomas Dam, figlio di un pescatore, creò un troll a sua immagine, usando la lana per i suoi capelli  e fu cosÍ che nacque il primo Troll Portafortuna, o Bambola Troll. Thomas Dam voleva che i suoi troll fossero diversi dai miti Scandinavi tradizionali, che li ritraevano sempre arrabbiati, cattivi e pericolosi.

Il Troll Portafortuna: Brutto ma in senso buono!

Ben presto, tutti nella cittadina di Gjøl, cittá natale di Thomas Dam, vollero una bambola troll fatta a mano. Per gli anni a seguire, Thomas creò le bambole troll usando i materiali naturali del posto, poi negli anni 50, iniziò la produzione, nella fabbrica Dam Troll a Gjøl, del Troll Portafortuna come lo conosciamo oggi. Il Troll Portafortuna carino e brutto allo stesso tempo è stato una combinazione vincente.

Share this page

Esplorate il nord della Danimarca, casa del Troll Portafortuna!
How to get to Aalborg

Potete atterrare all'Aeroporto internazionale di Aalborg per iniziare ad esplorare la natura del Nord della Danimarca. Oppure, potete prendere un treno da Copenaghen o affittare una macchina per visitare la casa dei Troll!

Troll Portafortuna: Avete ancora i vostri?

Rispolverate i vostri Troll Portafortuna originali e condividete con noi le vostre foto in compagnia dei troll! Cliccate qui per condividere su FacebookInstagram e #LetYourHairUp!