GDK christmas market Ridehuset Aarhus

7 curiosità sul Natale in Danimarca

Foto: VisitAarhus

Ma com’è il Natale in Danimarca? Il manto di neve e gli abeti decorati sono simili a quelli degli altri paesi scandinavi. E poi ci sono particolarità che sono solo nostre… ma niente paura: risponderemo a tutte le tue domande!

Quando si festeggia il Natale in Danimarca?

Come nella maggior parte dei paesi europei (ad eccezione della Gran Bretagna), in Danimarca si celebra il Natale – iul in danese – il 24 dicembre. Secondo la tradizione, la sera della Vigilia si organizza un cenone seguito dall’apertura dei regali a tarda notte.

E la storia della danza?

Giusto: la danza è una tradizione di ogni famiglia danese. Tenendosi per mano, si balla girando intorno all’albero di Natale e intonando canzoni natalizie prima di scartare i regali o, in alcune famiglie, prima di mettersi a tavola per la cena.

Hai detto albero?

Ah sì, il nostro celebre albero di Natale! Una delizia che metà basta: un abete che ciascuno taglia da sé nel bosco (esiste un apposito treno che collega Copenaghen ai boschi nel periodo natalizio), porta in salotto e decora con candele… vere! Proprio così: le candele sono un ingrediente fondamentale della hygge natalizia, tanto che accendiamo una candela dell’avvento al giorno per tutto il mese di dicembre!

E Babbo Natale?

Babbo Natale si presenta anche qui, ma in una veste leggermente diversa dal solito. Santa Claus ha un nome non esattamente poetico (Julemanden – letteralmente, “l’uomo del Natale”) ed è assistito da un gruppo di Nisse, una specie di elfi dispettosi. I regali dei bambini sono portati da Julemanden il 24 dicembre senza bisogno di camini o magie di mezzanotte: di solito uno zio, un papà o un nonno indossano il tradizionale vestito rosso.

Cosa si mangia a Natale in Danimarca?

Con il cenone della Vigilia non si scherza. La tradizione vuole che non ci si alzi da tavola prima di un paio d’ore a base di maiale e anatra arrosto con patate bollite, cavolo rosso e salsa. Per dessert arriva poi il tradizionale Risalamande, un budino di riso con salsa alla ciliegia che nasconde una mandorla intera: il fortunato che la trova riceve un premio o un regalo in più.

Ci sono tantissime atre delizie tipiche del periodo natalizio come le æbleskiver, tradizionali frittelle rotonde ricoperte di zucchero a velo, la birra di Natale, il gløgg (vino caldo speziato) e le mandorle candite.

Chi è la signora con le candele tra i capelli?

È Santa Lucia. Arriva vestita di bianco il 13 dicembre a portare la luce in un paese che diventa di giorno in giorno più buio. Si presenta alla guida di un corteo di ragazze vestite di bianco e porta una corona di candele tra i capelli. Anziché mettere in scena la natività nella tradizionale recita natalizia, i bambini non vedono l’ora di partecipare alla sfilata organizzata per l’occasione nelle scuole e per le strade del quartiere.

Come si dice Buon Natale in danese?

Con sei semplici lettere: “God Jul”.